Year domini 1734, he reaches Naples CHARLES III

In 1734, after two centuries of subjection as a province of Spain and Austria, Naples became the capital of an independent kingdom under Charles of Bourbon; A long period tormented by wars of succession that saw Spain favored, bringing Carlo di Borbone Farnese to the Neapolitan throne. A ruler with an enlightened reputation came to live among the Neapolitans and they felt like a nation with a capital N. Carlo had no magic recipes or special projects to change the social system, nor could he make commerce and agriculture flourish in the space of a few years. But armed with a lot of patience and zeal he created works that still speak of him today. The San Carlo Theater, the national library, the Farnese collections brought from Parma, the treasures of Herculaneum and Pompeii, the palaces of Capodimonte, Portici and Caserta, the beautiful squares now called Dante and del Plebiscito, are a splendid memory left by Carlo and his successors. The Two Sicilies achieved a period of notable progress and experienced the happiest time after long centuries of vassalage. The advantages of independence were tangible despite the eruptions of Vesuvius, the earthquakes of 1720-50, famines and epidemics. Agriculture remained in backward conditions, but as B. Croce stated "a century and a half later after the unification of Italy were they much better off?" A long period of peace, the reorganization of public finances, the taxation of ecclesiastical properties favored prosperity.
close

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE GLI ULTIMI ARTICOLI SU ARTE, CULTURA, PAESAGGI, VIAGGI E TURISMO OLTRE AD ALCUNE CHICCHE ESCLUSIVE!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

junkers 52

Lo Junkers 52 di Isola delle Femmine, la storia di Zia Ju

*di Giovanni Laganà* E’ una storia – la nostra – che nasce in Sicilia, nell’estate del 1942, in una cornice da sogno: quella del mare di Isola delle Femmine, borgo marinaro situato a pochi chilometri da Palermo. Nel bel mezzo di una guerra mondiale senza precedenti, in una giornata particolarmente assolata, un’inusuale risonanza di motori […]

Continua a leggere
lince

Vita selvaggia, dai boschi alle città, speci sospese fra estinzione e ripopolamento

*di Paolo Di Giannantonio* Ma avete presente quant’è bella la lince? Un animale elegante ma schivo, un predatore determinatissimo ma anche delicatissimo; una specie che sembrava scomparsa dalle nostre foreste e che di tanto in tanto si fa rivedere. Un ridotto numero di esemplari, concentrati sulle Alpi, dalle parti del Parco del Tarvisio ed oltre, […]

Continua a leggere
mare

Immersione nel Mediterraneo, un mare diverso: quello di notte

*testo e foto di Giovanni Laganà* La sera in cui la lampada artigianale costruita dal mio amico Gigi accese per me i colori di un ristretto specchio acqueo nel mio Mare Jonio, è uno dei ricordi adolescenziali che porto indelebilmente dentro di me. Avevo diciannove anni e mi accingevo, per la prima volta, ad affrontare, […]

Continua a leggere