La Tropea Experience Festival della Cipolla Rossa 2022

“La Tropea Experience” Festival della Cipolla Rossa rappresenta il momento di incontro tra il territorio e il suo prezioso e saporito prodotto. Una tre giorni, da venerdì 29 aprile a domenica 1° maggio di eventi che animeranno il centro storico di Tropea e che avranno il loro cuore nella piazza del cannone. “La Tropea Experience” Festival della Cipolla Rossa è la valorizzazione di una destinazione: Tropea, nel 2021 il Borgo dei Borghi, attraverso il suo prodotto che incarna tradizione, orgoglio e gusto internazionale. Tre giorni per conoscere meglio la Cipolla Rossa di Tropea IGP degustandola nei ristoranti della città, imparando a cucinarla seguendo i consigli di importanti chef, scoprendo i benefici salutistici con l’intervento di esperti in panel di convegni altamente qualificati.

“La Tropea Experience” Festival della Cipolla Rossa è una manifestazione originale ad alto contenuto di approfondimento del calendario gastronomico nazionale, una vetrina delle eccellenze calabresi e non solo, che vede la partecipazione di alcuni dei migliori chef del panorama nazionale: Igles Corelli, Max Mariola; Hironiko Shoda, Francesco Mazzei, Pierre Koffmann, i food blogger Federico Fusca e Francesca Gambacorta oltre agli chef calabresi, Carmelo Fabbricatore; Giuseppe Romano, Ercole Villirillo, Enzo Barbieri, Gianfranco Condò, Alessio Sorce e Bruno Tassone che contribuiranno a trasformare il bellissimo centro storico in un paradiso enogastronomico dove sarà possibile soddisfare ogni curiosità della cucina calabrese e non solo. Durante i tre giorni di manifestazione, si susseguirà un palinsesto ricco e autorevole di eventi, incontri, in presenza e in streaming con la partecipazione di esperti del settore e opinion leader di fama nazionale ed internazionale: Paolo Marchi Ideatore e Curatore di Identità Golose; Alberto Lupini Direttore di Italia a Tavola; Angelo La Riccia Director Of Sales & Marketing – Voihotels; Luca Ferrua Direttore Il Gusto – Repubblica; Marcel Vulpis direttore editoriale di Foodeconomy.it; Antonina Parker giornalista enogastronomica, Richard Vines giornalista e critico enogastronomico, Guido Pisterna Direttore divisione Periodici del gruppo Mediaset; Sebastiano Caffo Ceo Distilleria F.lli Caffo; Gabriele Chiodi Ceo Chiodi Consulting; Domenico Antonio Galatà Presidente Associazione Italiana Nutrizionisti; Loris Grossi; Professore Alma Mater – Dipartimento Di Scienze Della Qualità Della Vita Dell’università Di Bologna; Silvio Greco docente di controllo delle produzioni agroalimentari e di sostenibilità ambientale presso l’università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Presidente Del Consiglio Scientifico Di Slow Fish e del consiglio scientifico ambiente e Mare di Coldiretti; Bruno Milella Professore Ordinario di Oncologia medica dell’Università di Verona e Direttore del Dipartimento di Oncologia medica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona.; Dr Massimo L’Andolina responsabile Reumatologia OC di Tropea; Francesco Squadrito Professore di Farmacologia dell’Università degli Sudi di Messina; Dr Salvatore Macrì direttore ufficio di igiene e medicina preventiva Regione Umbria; Prof Francesco Prati direttore dell’Unità Operativa Complessa Cardiologia dell’ospedale San Giovanni Roma e presidente dell’associazione Cardiologo e Interventistica Cardio Vascolare Azienda ospedaliera Universitaria Integrata di Verona.

tropea chef

Visibilità e reputazione sono due ingredienti fondamentali per poter trasformare un evento in un successo. Producer dell’evento è l’agenzia di comunicazione Adv Maiora Comunicazione Integrata che firma l’intero progetto dell’evento, occupandosi dell’ideazione, la progettazione, l’organizzazione, la comunicazione, lo sponsoring, l’ufficio stampa e le pr del festival. Adv Maiora ha seguito questo progetto sin dalla nascita, ideandone il format e il logo e accompagnandolo passo dopo passo con l’obiettivo di farlo diventare uno dei maggiori eventi italiani del settore enogastronomico. Nato come un progetto di marketing territoriale mirato alla destagionalizzazione dei flussi turistici a Tropea il Borgo più Bello D’Italia 2021 “Siamo molto orgogliosi di annunciare quest’anno il nostro legame con l’evento La Tropea Experience “Festival della Cipolla Rossa” – sottolinea Daniele Cipollina amministratore di Adv Maiora – attraverso la partecipazione di Media partner Nazionali e internazionali: Melaverde Magazine la rivista ufficiale di Melaverde, il programma TV in onda ogni domenica su Canale 5 e che vanta circa 2 milioni di telespettatori, Cotto e Mangiato magazine la rivista ufficiale del programma televisivo, in onda da 10 anni su Mediaset Italia 1 dal lunedì al venerdì, all’interno dell’edizione delle 12.25 di Studio Aperto, Identità Golose da sempre punto di riferimento non solo per il mondo della ristorazione, ma per l’enogastronomia in senso più ampio; Italia a Tavola la più dinamica e avanzata realtà nel settore dell’informazione per il food service, la ristorazione, la filiera agroalimentare, l’ospitalità, il turismo e il benessere, Italia Squisita il network di riferimento della grande ristorazione italiana dedicato al circuito dei professionisti; Viaggiare Con Gusto Sano la rivista dedicata al turismo gastronomico di qualità ; Gusto Sano una rivista capace di sostituire il concetto di guida trasformandola da mero elenco di piatti e ristoranti in un racconto esperienziale; BEEF! la rivista di tendenza che racchiude ricette sofisticate, storie, approfondimenti, tecniche e consigli utili per gli uomini che si dilettano in cucina ma anche focus sulle abitudini alimentari di tutto il mondo, sul vino e sulla birra artigianale. Il Quotidiano del Sud, un giornale di taglio economico con contenuti informativi nazionali che pone particolare attenzione alle aree e alla tematiche del Sud. Il Gruppo Pubbliemme – Diemmecom – Network LaC sarà la voce ufficiale della manifestazione attraverso una serie di iniziative editoriali garantendo coerenza e forza alla comunicazione dell’evento. Verrà realizzata una campagna di comunicazione integrata che vedrà coinvolti i diversi media: televisione, radio, testate di informazione digitale, comunicazione in esterna mediante la promozione attraverso i più innovativi canali della DOOH (Digital Out Of home), riprese video dei momenti più salienti dell’evento corredate da video interviste agli ospiti e organizzatori, rappresentanti delle Pubbliche Istituzioni.

tropea

La presenza di partner importanti – continua Cipollina – testimonia, ancora una volta, il legame tra i valori e i contenuti dell’evento nella convinzione che lo sviluppo economico del territorio debba progredire accompagnando e sostenendo anche la crescita culturale attraverso progetti che abbracciano le tradizioni, il sociale, l’entertainment, e la cultura come nel caso di questo prestigioso evento”. E’ fondamentale pianificare una strategia di comunicazione che supporti la diffusione dell’evento ecco perché si è deciso di scegliere I dettagli della 1a edizione della ricca ed attesa tre giorni, saranno approfonditi ed illustrati nel corso della conferenza stampa di presentazione in programma per le ore 11 di mercoledì 23 Marzo a Palazzo Santa Chiara –Tropea VV. La presenza di partner importanti testimonia, ancora una volta, il legame tra i valori e i contenuti dell’evento nella convinzione che lo sviluppo economico del territorio debba progredire accompagnando e sostenendo anche la crescita culturale attraverso progetti che abbracciano le tradizioni, il sociale, l’entertainment, e la cultura come nel caso di questo prestigioso evento”.

cipollina

Consorzio di Tutela della Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP

Il Consorzio di Tutela della Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP è, insieme al Comune di Tropea, il promotore dell’evento in virtù delle sue caratteristiche. L’obiettivo è far conoscere, promuovere e valorizzare un prodotto di altissima qualità garantito dal marchio IGP, la Cipolla Rossa di Tropea Calabria, che viene ancora lavorato esclusivamente con tecniche manuali. La produzione della Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP rappresenta un’importante risorsa non solo economica, ma anche sociale e culturale per lo stretto legame che ha con il territorio. Dolcissima, croccante e rossa, sono queste le caratteristiche che rendono tanto desiderata e appetibile la “Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP”, definita per le sue qualità “Oro Rosso di Calabria”. L’adesione al Consorzio di Tutela della Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP consente agli associati di poter partecipare direttamente alle iniziative di promozione e di comunicazione dedicate al loro prodotto e di poter avere informazioni dirette in merito alle normative e alle richieste del mercato.

Comune di Tropea Il Borgo più Bello D’Italia 2021

Il segreto della Città dove nessuno è straniero è l’atmosfera da sogno che cattura fin dal primo istante con la sua gente che accoglie l’ospite facendolo sentire speciale. Il Borgo più Bello d’Italia, Bandiera Blu venti e ventuno, trasmette con immediatezza l’emozione di una storia ricca di lustro che ha lasciato il segno nei monumenti che l’adornano. Le chiese, i conventi e i palazzi nobiliari mostrano un’incredibile ricchezza di forme connotativa di una città dal respiro universale. Stemmi, maschere augurali e ingenue edicole votive arricchiscono le dimore mentre i portali, la cui varietà è enorme, sia per i materiali che per i decori, incantano con le bugne in granito, a cuscino e punta di diamante, e con i bassorilievi a forma di conchiglie, frutta, volute, riccioli. Gli affacci mozzafiato lasciano ammirare le spiagge, alcune sabbiose altre ricche di scogliere, in cui godere il sole e il mare con la frescura dell’immancabile brezza, mentre lo scenario da favola dei palazzi affondati nella roccia fiorita di capperi e quello superbo delle alte falesie, punteggiate dal verde della macchia mediterranea, disvela le innumerevoli anime di una città tutta da scoprire. Lo Scoglio dell’Isola, col Santuario di Santa Maria, adorno delle Agavi dallo spettacolare fiore, cattura l’attenzione sempre e quando il sole tramonta nello Stromboli, tingendo di rosso l’Arcipelago delle Eolie, la sensazione di armonia raggiunge l’acme. Tra le vinee, i vicoli fascinosi del centro, nelle piazze e negli slarghi, i ristoranti offrono alla degustazione piatti variegati: da quelli rigorosamente tradizionali alle varianti, frutto dell’estro di bravi cuochi che interpretano le preziose ricette, tratte dai quaderni di cucina delle signore tropeane, con creatività e gusto. Alcune pietanze, come U testu, I milingiani chini, U crapettu e, tra i dolci, le Pie e A pasta ammendula, venivano cotte, un tempo, nei forni a legna cittadini e il loro delizioso aroma rimane ancor oggi imprigionato tra i muri antichi così come quello della cipolla soffritta e dei peperoni arrostiti che sfugge dalle finestre e dai balconi spalancati all’aria tiepida del sud. Sulle tavole non manca mai il pesce, di cui il mare è ricco in grande varietà, tra cui U Surici dalla pelle rosata e le carni candide e delicate, il peperoncino di fuoco ed anche i prodotti dell’entroterra come i legumi, il pecorino, i salumi, i vini e gli olii. La regina delle tavole è sempre la Cipolla Rossa di Tropea IGP, base di tutte le preparazioni importanti che, proprio grazie a lei, acquistano un sapore inimitabile. Quando arriva la stagione della raccolta del bulbo, coincidente con la primavera inoltrata, la città ne celebra giustamente la preziosità con un coinvolgimento totale, considerata la sua importanza nell’economia e nella storia. Nel tempo passato ad avviare la festa erano i più piccoli che arrostivano le dolci cipolle in piccoli falò che annunciavano la stagione della rinascita.

close

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE GLI ULTIMI ARTICOLI SU ARTE, CULTURA, PAESAGGI, VIAGGI E TURISMO OLTRE AD ALCUNE CHICCHE ESCLUSIVE!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Mario Tassone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Intesa vincente. A Lecce la frisella incontra il design con Frisella Point Valorizzare il cibo della tradizione attraverso l’unione delle eccellenze del territorio e del linguaggio contemporaneo dell’estetica a tavola.

A pochi passi dalla Basilica di Santa Croce e da Porta Napoli, la frisella, regina della convivialità delle tavole estive salentine, ha trovato il proprio regno. Frisella Point è un intimo spazio interno, con dehors su piazzetta Santissima Addolorata 14, che si propone al pubblico come “ristorazione culturale”, per valorizzare un prodotto semplice della tradizione […]

Continua a leggere
porsenna

Il labirinto di Porsenna

*di Bianca Sestini* Oltre al suo magnifico lago, gli Etruschi sono il motivo principale della fama di Chiusi dentro e fuori dalla Toscana. Stando a fonti latine, sarebbe stato uno dei primi insediamenti di questa antica civiltà. Per alcuni la città fu fondata da Telemaco, il figlio di Ulisse, per altri dall’eroe Cluso. Da allora, […]

Continua a leggere
brion

L’inno all’amore della Tomba Brion

*di Carlo Piano* La Tomba Brion è la storia di un amore scritta con acqua, aria e cemento armato. Quando Onorina Tomasin chiese a Carlo Scarpa di creare il mausoleo per ricordare il marito Giuseppe Brion, improvvisamente scomparso, lui accettò a una condizione: doveva avere la parola della vedova che non si sarebbe mai risposata. […]

Continua a leggere