Ambiente

junkers 52

Lo Junkers 52 di Isola delle Femmine, la storia di Zia Ju

*di Giovanni Laganà* E’ una storia – la nostra – che nasce in Sicilia, nell’estate del 1942, in una cornice da sogno: quella del mare di Isola delle Femmine, borgo marinaro situato a pochi chilometri da Palermo. Nel bel mezzo di una guerra mondiale senza precedenti, in una giornata particolarmente assolata, un’inusuale risonanza di motori […]

Continua a leggere
lince

Vita selvaggia, dai boschi alle città, speci sospese fra estinzione e ripopolamento

*di Paolo Di Giannantonio* Ma avete presente quant’è bella la lince? Un animale elegante ma schivo, un predatore determinatissimo ma anche delicatissimo; una specie che sembrava scomparsa dalle nostre foreste e che di tanto in tanto si fa rivedere. Un ridotto numero di esemplari, concentrati sulle Alpi, dalle parti del Parco del Tarvisio ed oltre, […]

Continua a leggere
mare

Immersione nel Mediterraneo, un mare diverso: quello di notte

*testo e foto di Giovanni Laganà* La sera in cui la lampada artigianale costruita dal mio amico Gigi accese per me i colori di un ristretto specchio acqueo nel mio Mare Jonio, è uno dei ricordi adolescenziali che porto indelebilmente dentro di me. Avevo diciannove anni e mi accingevo, per la prima volta, ad affrontare, […]

Continua a leggere
nudibranchi laganà

I Nudibranchi: il fascino dei “pokemon marini”

*di Giovanni Laganà* Classificare i viventi sembra essere stata, probabilmente, la prima attività che ha impegnato l’uomo, tenuto conto che tra i versetti della Genesi, è celebre l’invito rivolto ad Adamo per dare un nome agli animali appena creati, affinchè potessero distinguersi gli uni dagli altri. Una volontà classificatoria che, nel corso dei secoli, ha […]

Continua a leggere
coralli

Capo Milazzo, area marina protetta giovane e già sorprendente

*Testo e foto di Giovanni Laganà e Francesco Turano* “Le Aree Marine Protette: sono troppo poche e di dimensioni ridotte. Potenziarle può determinare una grande ricaduta per un turismo ecosostenibile”. Era il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, qualche anno fa, ad esprimersi così durante la cerimonia di inaugurazione dell’anno di ricerca della stazione zoologica Anton Dohrn. […]

Continua a leggere

La calza dei morti

* di Maria Lombardo* Nel foggiano la calza non la porta la Befana ma sono i morti a riempirla: “A cavezette de l’aneme i murte”. ‘A cavezètte ‘i mùrte Purtàteme ‘na cavezètte chièna chièna de mamberlìcchi de cupète e fainèlle, tùtte còse assàije bèlle. Mettìte pùre nu purtagàlle e tre-quàtte castagnèlle, ije ve prèghe tùtte […]

Continua a leggere
coralli

Marettimo, dove la corrente è anima

  Testo e foto di Giovanni Laganà e Francesco Turano   Parlare di mare in condivisione stretta ci spinge talvolta a fondere i pensieri mediante un unico getto d’inchiostro per esprimere, ciascuno attraverso le proprie autonome esperienze, sicuramente emozioni ma, soprattutto, visioni comuni di divulgazione naturalistica consapevole ed autentica. Ed in questa particolare circostanza dedicata ai lettori […]

Continua a leggere
Israele

Israele. La porta sul mediterraneo tra passato e futuro

*di Barbara Perrone*   Fondato solo nel 1948, il giovane stato di Israele, è una tra le nazioni più contese al mondo, dove i difficili equilibri politici si intersecano con le religioni. Una terra carica di suggestioni, di spiritualità al di là di ogni credo – qui hanno origine le tre religioni monoteiste: ebraica, musulmana […]

Continua a leggere

L’incubo di Hill House – Shirley Jackson

– di Elia Banelli* –   Per la rubrica di questo mese deviamo dai binari del genere giallo-thriller-noir per immergerci nell’atmosfera cupa e decadente del romanzo gotico. “L’incubo di Hill House” è un classico del genere, un’altra perla pubblicata in Italia della raffinata casa editrice Adelphi, un titolo che non può mancare nella vostra libreria. […]

Continua a leggere

MAI PIÙ BULLI!

– di  Bruno Pisani* –   ‘Ciao, ho 17 anni e questa è una testimonianza di bullismo vissuta quando frequentavo le elementari e le medie. Premetto che sono sempre stata robusta e a causa di questo ho attirato l’attenzione di persone che pensavo fossero amici ma in realtà non lo erano. Tutto è cominciato in […]

Continua a leggere