Editoriale di marzo

Cari Lettori, bentrovati in questo marzo che ci porterà la primavera!

Partiamo proprio da un mese di marzo speciale, quello di 65 anni fa: era il 1956 e una delle interpreti femminili più amate della storia del Cinema di tutti i tempi, Anna Magnani, veniva incoronata vincitrice del Premio Oscar come Migliore Attrice Protagonista per il film “La rosa tatuata”. Era la prima italiana a ricevere l’ambito riconoscimento, e lo fece a modo suo, scegliendo di rimanere a casa, anzichè volare a Los Angeles. Ci fa riflettere un simile particolare in questo periodo… non trovate anche voi? Nel mese che celebra la Giornata dedicata alla donna, per raccontare, fuor di retorica, indiscussi meriti dell’universo femminile, abbiamo scelto anche lei, straordinaria, talentuosa, fuori dal coro, “scomoda”. Ma non solo.

Un filo rosa attraversa questa nostra trentatreesima uscita, che vede sempre una donna, nella veste di narratrice o protagonista delle storie che vi raccontiamo. Ad esempio un singolare e avvincente racconto in prima persona della vita di Michelangelo Buonarroti, firmato dalla nostra Apollonia Nanni: una sorta di bio-lezione di storia dell’arte che ci farà respirare le atmosfere del Rinascimento italiano.

Sono simbolo di feconda e accogliente femminilità, carezzate dal mare e dal sole le Cinque Terre che ci porta a scoprire, macchina fotografica al collo, il nostro Dario Aloja.

Ed è la italianissima Moto Guzzi che festeggia Cent’anni nelle pagine che ripercorrono un secolo di storia e di motociclette: un vero cult per gli appassionati del genere granturismo e del Marchio dell’Aquila.

La parola passa poi al sito archeologico italiano a cielo aperto più conosciuto nel Mondo, ovvero la rediviva Pompei, tornata a far parlare di sé con nuovi strepitosi ritrovamenti, raccontati da Doina Ene con grande perizia.

Ancora arte, creatività, femminilità dalla penna del nostro appassionato Luigi Polillo. Ed è dedicata ad una donna l’intervista del mese: Maria Grazia Falduto, il Direttore perfetto dell’azienda che guida e contribuisce quotidianamente a rinnovare.

Donna poi come la mere, la vela, la barca: Luna Rossa – facci sognare ancora è il titolo della nostra copertina, con un bellissimo pezzo a firma di Guido Talarico e Associated Medias, aspettando il temuto/ambito confronto con i Neozelandesi per l’America’s Cup. Un sogno che nasce da una delle grandi passioni di Gianni Agnelli, che vogliamo ricordare con un affascinante racconto sull’uomo che riuscì ad essere per l’Italia un po’ Re, un po’ Capitano, in occasione del Centenario dalla sua nascita che ricorre il dodici marzo.

E di nuovo arte, o meglio Narr.A.rte in due minuti, al tempo della pandemia, un’originale ed entusiasmante proposta capace di tingere di rosa giornate che nascono nere, grazie al progetto che ci racconta Ginevra Benussi, nato proprio durante i mesi di lockdown, per riportare lo sguardo sulla bellezza.

Un’altra data importante ricordata per noi da Eliana Iorfida, ovvero ottant’anni dalla morte di Francis Scott Fitzgerald, voce narrante innovativa e ruggente dell’età del jazz.

Andiamo poi Regno della carta con Maria Lombardo che con un suo nuovo contributo storico ci porta nella Valle del Liri dei secoli scorsi.

In questa seconda primavera segnata tanto dalla pandemia, quanto dalla necessità di rimanere fiduciosi, stabili e, come sempre, con lo sguardo rivolto alla bellezza, abbiamo costruito per voi un altro numero all’insegna di questo monito. Un orientamento preciso, che vuole essere contraddistinto da stati d’animo preziosi, da frequentare più che possiamo, e ai quali dedicare tempo e attenzione, come vi racconto all’interno della mia rubrica, e ancor di più come ciascuno dei nostri contributi, a suo modo, vuole testimoniare. Anche stavolta vi ho anticipato molto, ma non tutto… Buona lettura!

close

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE GLI ULTIMI ARTICOLI SU ARTE, CULTURA, PAESAGGI, VIAGGI E TURISMO OLTRE AD ALCUNE CHICCHE ESCLUSIVE!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *