L’editoriale

di Fabio Lagonia

 

Esiste una misteriosa similitudine tra i colori e i versi delle poesie, al punto che essi sembrano spesso condurci su un comune terreno di emozioni e suggestioni. “Lasciami, oh lasciami immergere l’anima nei colori; lasciami ingoiare il tramonto e bere l’arcobaleno”, scriveva Khalil Gibran, non a caso poeta ma anche pittore, a dimostrazione della interscambiabilità causale e casuale fra parola e colore nel rappresentarsi con tutta la loro potenza evocativa. La trasformazione cromatica realizzata da Massimo Sirelli sui frangiflutti artificiali del porticciolo di Catanzaro richiama, e allo stesso tempo celebra, la bellezza di questo assunto; che in tal caso è amplificato dalla creatività artistica, col valore aggiunto di restituire al contesto urbano un intervento di rigenerazione. Il suono dello Ionio mentre abbraccia gli scogli contribuisce, poi, a fare il resto, completando un’opera di Street Art che ricorda molto da vicino i mattoncini colorati dei Lego. Questa declinazione di espressione artistica, nata dalla più ampia Pop Art, è un atto comunicativo che va sempre più diffondendosi anche grazie ad uno dei suoi elementi-chiave: l’essere “di strada”, dunque pubblico e perciostesso mediaticamente esposto a tutti. Banksy, icona mondiale della Street Art, è l’emblema dell’impatto evidente che questa cultura metropolitana realizza sull’immaginario collettivo. Se ciò è veritiero, vale allora la pena diffondere messaggi positivi e utili. In tal senso aveva certamente ragione Kandinsky quando affermava che “il colore è un potere che influenza direttamente l’anima”; mentre resta sempre un ottimo suggerimento quello di Cesare Pavese: “Ogni nuovo mattino, uscirò per le strade cercando i colori”.

close

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE GLI ULTIMI ARTICOLI SU ARTE, CULTURA, PAESAGGI, VIAGGI E TURISMO OLTRE AD ALCUNE CHICCHE ESCLUSIVE!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

editoriale

Editoriale del mese di aprile

*di Rosalba Paletta* Cari lettori, lo sentite? Il vento leggero della primavera soffia sulla nostra copertina… Lo abbiamo catturato a Castelmuzio, con un retino per le farfalle, grazie al lavoro della nostra Bianca Sestini che ha incontrato una collettività appassionata, operosa e amante del luogo in cui vive. Quella del “borgo salotto” di cui vi […]

Continua a leggere
editoriale

L’editoriale del mese di marzo

*di Rosalba Paletta* Cari Lettori, bentrovati in questo mese di marzo, mai come quest’anno portatore di nubi tanto inattese e nefaste nei cieli del Mondo. Il messaggio di Bellezza e Pace del nostro magazine continua a parlare la lingua dell’arte, della cultura, del paesaggio nel suo infinito e diversificato splendore, e anche delle opere dell’uomo, […]

Continua a leggere
editoriale

L’editoriale del mese di febbraio

*di Rosalba Paletta* Cari Lettori,  il mese scorso ci ha lasciato un uomo, un giornalista, un politico italiano di spessore e levatura umana non comuni: David Sassoli. Un vero peccato averlo perso così presto! Il suo fare elegante e garbato, ma concreto allo stesso tempo, lo ha contraddistinto sempre, nella professione prima, nella vita istituzionale […]

Continua a leggere