La Calabria al Salone del Libro di Torino

CULTURA/4

 

 

La Calabria al Salone del Libro di Torino

 

 

Anche quest’anno lo stand della Regione Calabria è stato presente all’interno del Salone del Libro di Torino, svoltosi dal 10 al 14 maggio al Lingotto Fiere.

Editori calabresi, autori, enti locali, istituzioni culturali e scuola hanno avuto l’occasione di esporre i propri lavori e di promuovere le iniziative culturali messe in campo. Ampio spazio è stato dedicato ai grandi intellettuali del passato della regione: Cassiodoro, Gioacchino da Fiore, Telesio e Campanella, ossia i “classici”, a cui si sono aggiunti gli omaggi a scrittori scomparsi da pochi anni, Mario La Cava e Saverio Strati.

Persino superfluo rimarcare come pensatori di tal calibro abbiano riscosso successo, considerata l’imponenza del loro pensiero e il prestigio, per la Calabria, di aver dato loro i natali. Ma – e qui esponiamo una nostra critica assolutamente propositiva e costruttiva – riteniamo che per le prossime edizioni si dovrebbe offrire uno spazio maggiore ai giovani e meno giovani autori contemporanei calabresi. Sono tanti, e certamente il Salone del Libro di Torino dovrà essere “utilizzato” ponendo il focus su di essi, rendendoli protagonisti, amplificandone l’immagine e i contenuti. Si può fare senza togliere spazio ai “classici”, che restano un pilastro culturale.

 

 

close

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE GLI ULTIMI ARTICOLI SU ARTE, CULTURA, PAESAGGI, VIAGGI E TURISMO OLTRE AD ALCUNE CHICCHE ESCLUSIVE!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Intesa vincente. A Lecce la frisella incontra il design con Frisella Point Valorizzare il cibo della tradizione attraverso l’unione delle eccellenze del territorio e del linguaggio contemporaneo dell’estetica a tavola.

A pochi passi dalla Basilica di Santa Croce e da Porta Napoli, la frisella, regina della convivialità delle tavole estive salentine, ha trovato il proprio regno. Frisella Point è un intimo spazio interno, con dehors su piazzetta Santissima Addolorata 14, che si propone al pubblico come “ristorazione culturale”, per valorizzare un prodotto semplice della tradizione […]

Continua a leggere
porsenna

Il labirinto di Porsenna

*di Bianca Sestini* Oltre al suo magnifico lago, gli Etruschi sono il motivo principale della fama di Chiusi dentro e fuori dalla Toscana. Stando a fonti latine, sarebbe stato uno dei primi insediamenti di questa antica civiltà. Per alcuni la città fu fondata da Telemaco, il figlio di Ulisse, per altri dall’eroe Cluso. Da allora, […]

Continua a leggere
brion

L’inno all’amore della Tomba Brion

*di Carlo Piano* La Tomba Brion è la storia di un amore scritta con acqua, aria e cemento armato. Quando Onorina Tomasin chiese a Carlo Scarpa di creare il mausoleo per ricordare il marito Giuseppe Brion, improvvisamente scomparso, lui accettò a una condizione: doveva avere la parola della vedova che non si sarebbe mai risposata. […]

Continua a leggere