Non riseremo insieme…

di Gemma Altimari

…anche perché è arrivata la pasta Carmiano  dal “Salumaio”.

Non è una cosa neutra questa che sto per dire, e non lo dico a cuor leggero. Avverto il peso della mia dichiarazione: A me il risotto non piace!

Ho passato anni in cui mi sono sentita diversa, inadeguata e cercavo di nascondere questa bizzarria di gusto tanto da farne un segreto. E per non leggere la delusione, a volte l’offesa, nei volti altrui, tacevo glissavo e “assumevo”. Sì, lo so, non è una bella cosa non amare i risotti… non è chic, è politicamente scorretto, denota cattiva educazione alimentare, sarò punita dal Padreterno.

Cricco & Cracco se sapessero che esisto mi gonfierebbero di insulti…

Ma a me il risotto non mi pi-a-ce.

Nel tempo ho subito non pochi improbabili risotti di altrettanto improbabili cuochi. È un arcano, ma chi non sa cucinare prepara il risotto. Pensando sia facile… almeno quanto lo è per me mangiarlo, cioè per niente.

Ho trascorso anni a rispondere alla fastidiosa e insolente domanda: “Non ti piace il risotto?” (con lo stesso tono che si usa per riferirsi ad un killer seriale che ha sterminato una colonia di bambini).

No. Non mi piace il risotto e manco il riso. Ecco!

Ci sarà un motivo se nel mio blog non c’è un, dico un solo risotto!

È risotto free!

Si può fare a meno di tutto, dunque potrò fare, con la dovuta ammenda, a meno del risotto! E lo so che sono una peccatrice e forse lo sarò per sempre, e che questa insubordinazione al dettato del risotto sarà punita. Quindi mi si risparmino: la catechesi del riso e del: “io ti convincerò”. E le larvate minacce degli squadristi del risotto: “non hai provato il mio, vedrai da domani”…

… Che poi l’ho provato e domani è stato come ieri: non mi piace!

Ecco qua’ finalmente ho fatto outing.

Si pasta?

Per un notevole timballo di ziti per 6 persone serve:

  • 1/2 kg di ziti (io uso quelli  del pastificio Carmiano)
  •  Broccolo nero
  • Acciughe
  • Caciocavallo
  • Pecorino

Zitiamo

In un tegame mettete a soffriggere nell’olio, l’aglio, il peperoncino e fate sciogliere a fuoco molto lento le acciughe; aggiungete il broccolo diviso in cimette e fate stufare coprendo la pentola  con il coperchio.

Cuocete gli ziti, lasciandoli molto al dente, e mescolateli ai broccoli; aggiungete il formaggio grattugiato.

Passate dell’olio e  del pangrattato all’interno  di un tegame ad anello e sistemate sul fondo e lungo i bordi i fili di pasta formando uno strato. Cospargete con il caciocavallo e aggiungete i restanti fili di pasta.

Infornate per 20-30 min a 180.

 

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi