La vita perfetta – Renée Knight

di Elia Banelli

Non è scritto da nessuna parte che un buon giallo o thriller debba contenere per forza una massiccia dose di sangue, azione e sparatorie, sulla scia del tipico filone americano di successo e di largo consumo. Tutt’altro.  A volte si può catturare e inchiodare il lettore alle pagine senza che ci siano pazzi serial killer in giro o facendo in modo che la violenza non venga distribuita in super pacchi formato famiglia ma centellinata e distillata in rivoli impercettibili che si insinuano silenziosi fino a far accapponare la pelle, producendo una quantità di suspense perennemente ancorata al “non detto”, al “dubbio” che ci pervade fino alla fine. È il caso tipico dei cosiddetti “thriller psicologici” ovvero quella particolare categoria di romanzi che punta sulla costante ambiguità dei personaggi, sul confine labile tra Bene e Male, che ti costringono ad accettare l’amara Verità secondo cui “tutti nascondono un segreto” e a volte le immagini stereotipate di una vita perfetta e impeccabile nascondono una zona grigia, per non dire oscura, di falsità, menzogne costruite ad arte e finalizzate alla manipolazione e all’inganno della percezione altrui.

È il caso esemplare di “La Vita Perfetta”, il thriller d’esordio di Renée Knight, ex documentarista della BBC, che ha conquistato milioni di lettori con la storia di Catherine Ravenscroft: una donna di successo, una famiglia normale e felice, la cui esistenza modellata a uso e consumo dei rotocalchi patinati, viene lentamente scalfita e poi via via corrosa e distrutta, come un virus implacabile, dalla comparsa di un misterioso romanzo, scritto da un autore sconosciuto, in cui viene narrata la sua vita e soprattutto vengono svelati episodi e particolari agghiaccianti che potrebbero polverizzare la falsa perfezione della sua immagine pubblica e privata.

In questo modo l’autrice riesce a coinvolgere il lettore con una prosa semplice e scorrevole, priva di pompose argomentazioni o vocaboli astrusi che ti costringono a prendere in mano il vocabolario. Al contrario, lo stiledi Renée Knight è quasi elementare, ma non per questo banale o superficiale. Frasi come «Quell’esperienza mi aveva lasciato la sensazione di aver infilato il braccio in uno scarico intasato e di brancolare in una melma putrida per cercare di sbloccarlo. Solo che non c’era niente di solido da afferrare. Sentivo soltanto una poltiglia che mi penetrava sotto la pelle e sotto le unghie, che mi riempiva le narici con il suo fetore, che mi si appiccicava ai peli, che filtrava nei miei capillari e inquinava tutto il mio corpo»  ne sono un esempio significativo. La tecnica dei capitoli brevi, anzi brevissimi, con continui flash back e sbalzi temporali tra il 1993 e il 2013, ti consentono di divorare le 282 pagine con una voracità famelica, per scoprire la tanto temuta e tormentata Verità nascosta dietro la Menzogna, oppure l’Inganno che tenta di stravolgere una vita normale con i suoi tentacoli velenosi.

Se l’estate è ormai alle nostre spalle, settembre è un mese ideale per riconciliarsi con la quotidiana routine di città e rilassarsi con un thriller che saprà intrattenervi, catturarvi ed emozionarvi fino alla scoperta incredibile rivelata nelle ultime pagine. Solo in quel momento riuscirete a scacciare gli aculei aguzzi del dubbio e della paura.

Trama

Catherine Ravenscroft non sa cosa sia il sonno. Da quando in casa sua è comparso quel libro, l’edizione scalcagnata di un romanzo intitolato Un perfetto sconosciuto, non riesce più a fare sonni tranquilli, né a vivere la vita di ogni giorno, la sua vita di film-maker di successo, con la sua bella famiglia composta da un marito innamorato e un figlio ormai grande. Non ci riesce perché quel libro – anche se Catherine non sa chi l’abbia scritto, o come possa essere finito nella nuova casa dove lei e il marito hanno appena traslocato – racconta qualcosa che la riguarda molto da vicino. Qualcosa che soltanto lei sa, e che ha nascosto a tutti, anche a suo marito. Chi è l’autore di quel libro, e come fa a conoscere Catherine e a sapere cosa ha fatto un giorno di tanti anni fa, durante una vacanza al sole della Spagna? E che cosa vuole adesso da lei? Catherine dovrà fare i conti con la paura, e – forse per la prima volta – con la verità. Perché anche le vite che ci sembrano più perfette nascondono dei segreti che possono distruggerle.

Dettagli prodotto

Copertina rigida: 283 pagine

Editore: Piemme (15 marzo 2016)

Collana: Piemme

Lingua: Italiano

ISBN-10: 8856640392

ISBN-13: 978-8856640397

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi