Pillole di novità

Azienda di surgelati traccia i suoi prodotti grazie alla blockchain

La società friulana Bofrost,specializzata nella vendita diretta a domicilio di surgelati, ha deciso di implementare la tecnologia ai suoi prodotti più venduti permettendo ai consumatori grazie all’uso della fotocamera del telefonino, di conoscere il nome della nave che ha pescato il pesce e la posizione in cui è stato raccolto, ma anche la zona di coltivazione e la temperatura di conservazione dei vegetali. L

La tecnologia utilizzata è la Ops Chain Traceability di EY, che registra la storia del prodotto nella blockchain pubblica di Ethereum e la rende accessibile a tutti grazie al QR code stampato sulle confezioni. Una garanzia di trasparenza e sicurezza ai consumatori a portata di “smartphone”, con il vantaggio di poter fare scelte d’acquisto più consapevoli e basate su informazioni verificabili riguardo l’origine e la qualità dei singoli prodotti.

 

Voucher per gli innovation manager: si parte

Il profilo del consulente per aiutare le aziende italiane ad innovarsi, è stato finalmente definito, grazie alla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del primo luglio del decreto 7 maggio 2019 del Ministero dello Sviluppo economico. Si sblocca così una dotazione della legge di Bilancio che, solo per il 2019, vale 25 milioni di euro e che spalmerà altri 50 milioni di euro tra il 2020 e il 2021: sono tanti i contributi a fondo perduto dedicati proprio a pagare le consulenze specialistiche per l’innovazione. Il contributo per le micro e piccole imprese è pari al 50% dei costi sostenuti nel corso del periodo di imposta, entro il limite di 40mila euro. Per le medie imprese il contributo scende al 30%, con tetto a 25mila euro. In caso di adesione a un contratto di rete, il contributo è del 50%, con limite a 80mila euro. In sostanza, sono previste tre diverse gradazioni dell’incentivo dedicato agli innovation manager. Tutti questi contributi sono subordinati alla sottoscrizione di un contratto di servizio tra l’impresa e la società di consulenza o il manager, che però devono essere iscritti, in un elenco istituito con apposito decreto del ministro dello Sviluppo economico.

 

Un pannello solare da appendere alla finestra

Window Solar Charger è un piccolo pannello solare che può essere agganciato alle finestre di casa, e può ricaricare uno smartphone con energia pulita; sta avendo un grande successo sulla piattaforma di crowdfunding americana Kickstarter. Il pannello solare compatto, leggero e dal design molto gradevole che si può agganciare facilmente e comodamente alla finestra di casa attraverso una ventosa che si applica in modo sicuro al vetro, presenta un’estetica moderna e minimalista e può adattarsi a ogni stile di arredamento; la struttura è semitrasparente per non bloccare l’ingresso della luce. Così come per i pannelli portatili, anche Windows Solar Charger è dotato di una batteria interna che viene ricaricata dal sole e che permette il trasferimento di energia ai vari gadget personali come smartphone, tablet, lettori di ebook…

 

Arriva Nest Hub, il nuovo assistente personale di Google

Google rilascia un nuovo assistente personale, Nest Hub, con un display da 7″ e porta tutte le funzionalità dell’assistente vocale di Google ad un livello superiore, grazie alla possibilità di interagire con schermate e video. Attraverso i comandi vocali è possibile visualizzare e ascoltare i propri impegni in calendario, i promemoria, il meteo, le notizie, tutti i tutorial e video disponibili su YouTube, ascoltare musica, avere informazioni sul traffico o una ricetta, tutto il mondo Google con in più la possibilità di integrare i componenti domotici di casa. Quando è in pausa, Nest Hub può visualizzare le informazioni che si preferisce, l’ora in diversi formati, o diventare una cornice digitale e grazie all’integrazione con Google Foto proiettare le immagini precedentemente selezionate. In vendita dal 12 giugno a 129 euro.

 

 

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi