L’Editoriale

di Fabio Lagonia

La brillante stella marina rossa adagiata sulla roccia – al di là della bellezza paesaggistica ai più sconosciuta che alberga nei fondali dei nostri mari – potrebbe essere l’immagine di copertina della nostra vita, e non solo di una rivista. Le caratteristiche di questi eleganti invertebrati, infatti, sono note per una capacità del tutto originale: se un braccio viene mutilato, questo verrà rigenerato tale e quale in breve tempo. Di più: se vengono ridotti in pezzi, da ciascuno di questi si ricostituirà una nuova stella marina. Un fatto indubbiamente affascinante che ci consegna anche un importante messaggio di speranza: si può ricominciare. A volte, anzi, si deve. Bisogna vivere il tempo che ci è dato, con le difficoltà che esso ci presenta, affrontandolo con un’attitudine positiva. Lo scrittore e sociologo Francesco Alberoni esprime bene questo concetto: «L’entusiasta è un infaticabile sognatore, un inventore di progetti, un creatore di strategie, che contagia gli altri con i suoi sogni. Non è cieco, non è incosciente. Sa che ci sono difficoltà, ostacoli talvolta insolubili. Sa che su dieci iniziative nove falliscono. Ma non si abbatte. Ricomincia da capo, si rinnova. La sua mente è fertile. Cerca continuamene nuove strade, sentieri alternativi. È  un creatore di possibilità.»

In quest’ottica sembra quasi che la stella marina rimandi ai significati più propri della stella polare. Ma non c’è da meravigliarsi. Il desiderio di guardare verso l’alto, di rigenerarsi, di rialzarsi, di speranza, di luce, tutto questo è parte dell’uomo. È un dato positivo, e sarebbe bello se ispirasse ogni nostra azione quotidiana.

 

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi