L’editoriale

di Fabio Lagonia

In questo numero vi portiamo in giro per il mondo, e nel tempo. Vi faremo conoscere aspetti ammalianti dell’antichità  con gli imponenti acquedotti romani, e con l’eccezionale stele di Metternich, reperto egizio custodito al Metropolitan Museum of Art di New York. Esploreremo insieme alcuni tratti dei cammini federiciani in Puglia, per riscoprire la viabilità storica e ripercorrere le tracce dell’imperatore “stupor mundi”; visiteremo la Costa Azzurra attraverso la matita di uno splendido taccuino di viaggio; ci immergeremo nello scenario rigoglioso del Senegal con la sua sorprendente natura; ammireremo il paesaggio seducente del Portogallo grazie agli scatti fotografici d’autore che siamo riusciti ad offrirvi.

Un viaggio tra passato e presente, tra vecchi e nuovi mondi. Una possibilità per riflettere sulla nostra civiltà, sulle sue conquiste e sui suoi limiti. Un modo e un auspicio per cercare di raggiungere l’armonia, concetto in cui risiede anche quello di bellezza. Ecco perché la copertina l’abbiamo dedicata a Scolacium, il parco archeologico ubicato nel cuore del Mediterraneo che, da ormai diciannove anni, è anche il luogo in cui si tiene Armonie d’Arte Festival; un evento – come dice la sua creatrice e direttrice, Chiara Giordano – con cui si vuole rappresentare, nello scenario globale, quel Mediterraneo dello scambio positivo, della vitalità creativa, della conoscenza e della libertà, delle belle, buone e giuste cose. Per creare un ponte ideale tra il passato, matrice nobile del mondo occidentale moderno, e il nostro tempo che guarda al futuro, nel segno di una comunanza tutta posta nel concetto di “anima mundi”.

 

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi