Una caponatina di melanzane: la mia

di Gemma Altimari

Camminata  mattutina e ti imbatti nel runner’s world e nel look “creativo” e “ricercato” dei podisti. Spazio dunque a pantaloncini, pantaloncioni a righe a fasce a fantasie tropicali, leopardati, tigrati, zebrati per lei, magliette variopinte, aderenti con panza, aderenti senza panza per lui. Per tutti scarpette catarifrangenti, quasi semafori, occhiali, fasce, cuffie, contapassi, misurasudore, cardiofrequenzimetro con fascia, senza fascia, iPhone, Android…

E poi lui: maglietta bianca pulita che sa di pulito, calzoncini neri  garbati, scarpe discrete. Nessun eccesso.

Insomma onesto.  Come  la caponata.

 

Per 4/6 persone serve:

  • 4 melanzane medie
  • 2 Coste di sedano
  • 1 cipolla
  • Pomodori pelati
  • Olio
  • Sale
  • Zucchero
  • Aceto
  • Olive (a me piacciono nere)
  • Capperi dissalati
  • Pinoli

Si cucina:

Tagliate a tocchetti le melanzane, salatele e lasciate che perdano l’acqua di vegetazione; sciacquate, sgocciolate e tamponate con la carta. Friggetele e mettete da parte.

Tagliate anche il sedano a tocchetti e lessatelo per qualche minuto.

In un tegame capiente fate soffriggere dolcemente la cipolla affettata aggiungete i pomodori pelati, i capperi, i pinoli il sedano scolato e le melanzane lasciate cuocere il sugo. Aggiungete quindi 1/2 bicchiere di aceto e un cucchiaio abbondante di zucchero. Fate evaporare e lasciate raffreddare prima di servirla. Aggiungete il basilico.

 

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi