I colori dell’alimentazione

Frutta e verdura: tutte le proprietà e i benefici sulla base del colore

di Maria Camilla Pavone

La prima regola da seguire per sentirsi bene è abbondare di frutta e verdura nella nostra dieta. E non solo è importante portare a tavola piatti ricchi di frutta e verdura di stagione, ma anche scegliere frutta e verdura di ogni colore; ma non tutta la frutta e la verdura hanno le stesse proprietà per la salute. Quindi anziché ricordarsi a memoria nomi strani, le quantità e dove si trovano negli alimenti, un trucco semplice è quello di guardare i colori di frutta e verdura. Scegliere ogni giorno almeno cinque vegetali di colore diverso è un passo verso una salute migliore: ogni colore ha le sue peculiarità. Vediamo quali assieme al dottor Ugo Armando Cotilli, medico chirurgo ed esperto in  dietoterapia-intolleranze alimentari e medicina estetica .

  1. Perché́ è importante avere una dieta bilanciata, stagionale e varia?

Mangiamo sempre le stesse cose. Questa abitudine oltre che noiosa è addirittura dannosa per la nostra salute. Variare la propria alimentazione dovrebbe essere una abitudine per tante ragioni, soprattutto per potenziare il nostro sistema immunitario. Capiamo perché́ è utile e funzionale diversificare. Il nostro organismo ha bisogno, per “funzionare” correttamente, di tantissime sostanze differenti al giorno (vitamine, sali minerali, antiossidanti, oligoelementi) e nessun alimento le contiene tutte quante. L’unica possibilità̀ per assumerle è perciò variare il tipo di alimenti giorno per giorno. Ma un altro importantissimo motivo, che faccio notare ai miei pazienti quando elaboro un piano alimentare personalizzato, è che noi produciamo costantemente radicali liberi (ossidanti), sottoprodotti di ogni processo vitale, respirazione, digestione, che sono delle molecole impazzite le quali danneggiano l’interno del nostro corpo; se non contrastati efficacemente con gli antiossidanti, presenti soprattutto in frutta e verdura, innescano processi patologici. Oltre alle sostanze utili al nostro organismo, troviamo però anche molecole o sostanze potenzialmente tossiche (additivi, conservanti, pesticidi). La varietà̀ ci consente di ridurre il rischio di ingerire in modo ripetuto le sostanze estranee dannose presenti negli alimenti, che col tempo e l’accumulo possono compromettere il nostro stato di salute.

  1. Quali sono i colori della salute e cosa rappresentano?

Sono il blu/viola, verde, bianco, giallo/arancio, il rosso. Ogni colore corrisponde a sostanze specifiche con azione protettiva. Per cui solo assumendo tutti i colori quotidianamente si potrà̀ avere una difesa completa.

  1. Quali sono i principi e le proprietà̀ salutari del BLU/VIOLA?

Carote e patate viola, frutti di bosco, melanzane e radicchio, uva nera, fichi, susine, barbabietole, cavolo viola. Contengono gli ‘antociani’, potenti antiossidanti, che danno ai cibi il loro colore blu e viola e aiutano a proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi riducendo il rischio di: cancro, ictus e malattie cardiache. Inoltre barbabietole, ravanelli e cavolo viola sono ricchi di nitrati, che possono contribuire a ridurre la pressione sanguigna e migliorare le prestazioni fisiche.

  1. Quali le caratteristiche del VERDE?

Sono uva, kiwi, pera, asparagi, fagiolini, fave fresche, avocado, broccoli, cavolo, carciofi, peperoni, sedano, cetriolo, cavolo verde, rapa, porri, lattuga, olive verdi, zucchine, spinaci. Le verdure verdi sono alcuni degli alimenti che contengono più̀ sostanze nutritive: fibre, vitamine e minerali. Spinaci, broccoli, piselli e cavoli contengono luteina e zeaxantina, che proteggono contro le malattie degli occhi legate all’età̀. Broccoli, cavoli, cavolini di Bruxelles, cavoli e rape sono ricche di ‘sulforafano’ e ‘glucosinolati’, sostanze utili alla prevenzione di alcuni tipi di cancro e di danni ai vasi sanguigni (che portano ad attacchi di cuore e ictus).

 

 

  1. Del BIANCO quali sono le particolarità̀?

Aglio, banane, cavolfiori, cipolle, finocchi, patate, pesche bianche, pere, porri, rape bianche, scalogno, sono tutte le varietà̀ di frutta e verdura bianca. Grazie alla presenza della ‘allicina’ i vegetali di questo colore contribuiscono all’abbassamento del colesterolo nel sangue, della pressione sanguigna, il rischio di cancro allo stomaco e di patologie cardiache. Inoltre alcune specialità̀ come le banane, i funghi e le patate, sono un’ottima fonte di minerali come il potassio e il selenio, indispensabili per il corretto funzionamento del sistema nervoso, delle ossa e l’equilibrio del pH il primo, della tiroide il secondo.

  1. Abbiamo poi il GIALLO/ARANCIO quali sono le particolarità̀?

Ricchi  di ‘carotenoidi’ e ‘bioflavonoidi’, in grado di migliorare le prestazioni del cervello, ridurre i crampi muscolari, diminuire il rischio del cancro e di cardiopatie, e aumentare l’efficienza del sistema immunitario. Tra le specialità giallo-arancione ci sono: albicocche, arance, ananas, carote, limoni, mandarini, meloni, papaia, patate dolci, peperoni gialli, pesche gialle, pesche noci, pompelmo giallo, zucca. Proprio la zucca e le carote contengono beta-carotene che viene convertito dall’organismo in vitamina A per la salute di occhi e mucose. Gli agrumi di colore giallo o arancio sono invece ricchi di vitamina C e acido folico, fondamentale nella dieta delle donne durante la gravidanza per il corretto sviluppo del nascituro e durante il ciclo mestruale.

  1. Infine il ROSSO, importante per quali sostanze?

Consumando tanta frutta e verdura rossa, possiamo ridurre l’insorgere di cancro, in particolare quello alla prostata, e combattere i radicali liberi per la presenza di licopene e degli antociani. Tra la frutta e la verdura di colore rosso troviamo: anguria, arancia rossa, cavolo rosso, ciliegie, cipolle rosse, fragole, lamponi, mele rosse, melograno, mirtilli rossi, peperoni, pomodoro, radicchio rosso, rape rosse, ravanelli, ribes rossi, uva rossa.

I fito-nutrienti e le proprietà̀ anti-tumorali di queste specialità̀ sono superiori rispetto a quelle di altri colori, e anche la modalità̀ di cottura e la dimensione del prodotto fanno la differenza. Ad esempio: pomodori datterini e ciliegini hanno maggiori proprietà̀ rispetto alle varietà̀ più̀ grandi, e cuocendo la salsa aumenta molto il contenuto di ‘licopene’, il carotenoide anti-cancro.

  1. Qualche piccolo consiglio pratico per poter utilizzare i vari colori nella dieta quotidiana.

Scaricare o stampare un promemoria dei vari cibi colorati e farne uso durante la spesa, iniziare i pasti con delle cruditè (carote, finocchi, cetrioli, pomodori, radicchio), accompagnare il piatto principale con un contorno di verdure oppure insalate miste.

Preparare dei piatti unici con verdure anche passate o minestroni, sformati, panini farciti anche con pomodoro, insalata o verdura. Bere centrifughe con mix dei colori menzionati.

Molte verdure mantengono le proprietà anche se surgelate, perciò̀ farne una scorta per averne sempre a disposizione. Sempre meglio seguire la stagionalità̀ poiché i prodotti della natura seguono un ciclo che ha un significato e un’utilità̀ anche per noi. È stato provato che basterebbe consumare ogni giorno cinque cibi, tra frutta e verdura, dei cinque colori per diminuire moltissime morti per patologie cardiache e tumorali.

Concludendo, consumiamo tanta frutta e verdura colorata, sfruttiamo al meglio l’arcobaleno dei colori che madre natura ci offre facendo sempre attenzione alla stagionalità. Rosso, giallo, arancione, verde, blu, viola e bianco, sono i cinque colori principali per frutta e verdura, ed ognuno contribuisce positivamente al nostro benessere.

Ogni colore è collegato ad un organo su cui agisce positivamente attivandone le difese:

 

Colore                                             Organo/ghiandola

Rosso                                                Fegato

Arancione                                         Tiroide, ghiandole mammarie

Giallo limone                                    Pancreas, Timo

Verde                                                Ipofisi

Viola                                                 Milza

Magenta                                            Prostata, surrenali

Scarlatto                                           Testicoli, ovaie.

 

 

 

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi