Lo zibibbo di Pizzo delle cantine Benvenuto

di Francesco Longo, sommelier

Situato a picco sul Mar Tirreno, Pizzo Calabro ha origine antichissime, proprio come il Moscato di Alessandria meglio conosciuto come Zibibbo. Un vitigno proveniente dal Nord Africa e coltivato già dall’anno Mille in quest’area così come nelle isole siciliane, dove ha trovato condizioni pedoclimatiche ideali. In questa incantevole area della Calabria i terrazzamenti erano coltivati ad alternanza a olivo e vite e le uve erano tutte zibibbo. Fino alla seconda meta del ‘900 a Pizzo il moscato d’Alessandria era principalmente un’uva da tavola, piaceva per la sua aromaticità, dolcezza e per il colore dorato. Solo piccolissime quantità erano vinificate ed il consumo era destinato dalle famiglie ai momenti conviviali e nelle ricorrenze importanti. Un’uva pregiata, antica, che ha bisogno di essere riscoperta e valorizzata, questo pensiero, insieme all’amore per la propria terra di origine, hanno spinto Giovanni Celeste Benvenuto a diventare portavoce della rinascita dello zibibbo in Calabria tanto da farlo diventare un presidio Slow Food.

All’età di 18 anni Giovanni decide di lasciare l’Abruzzo per trasferirsi in Calabria. Diventa agronomo e consegue il diploma di Sommelier. È dalla terra ereditata dal nonno che inizia a produrre vino, il primo in Calabria a riscoprire e vinificare quest’uva, il primo a produrre uno zibibbo secco. Le uve vengono coltivate a Francavilla Angitola a 350 metri sul mare, allevate a “cordone speronato” in regime completamente biologico su di un terreno ricco di sostanze minerali. È qui che ha sede la sua azienda, immersa nel verde della splendida vallata che incanta quanti la osservano; le uve vengono raccolte rigorosamente a mano. La diraspatura e una leggera pigiatura avviano la macerazione a freddo che dura 24 ore. Solo in seguito alla delicata pigiatura il mosto, a bassa temperatura, resta a decantare per quarantotto ore. La fermentazione avviene in vasche d’acciaio sempre a temperatura controllata per via dei lieviti indigeni, mentre l’affinamento è svolto in bottiglia.

Alla vista si presenta di un colore giallo paglierino con riflessi verdolini, al naso è decisamente intenso e complesso, aromatico, spiccate sono le note minerali che accompagnano note finissime di fiori d’arancio, agrumi e frutta come la pesca ed il melone. In bocca la grande freschezza esalta il gusto delicatamente ammandorlato che regala un finale elegante, intenso e persistente, caratteristiche proprie di questo straordinario vitigno.

Esalta in maniera eccezionale piatti a base di pesce e primi delicati.

Azienda: Cantine Benvenuto – Contrada Ziopà – 89815 Francavilla Angitola (VV)

www.zibibbodipizzo.it       3479774898   –   3317292517

Zona di produzione: Francavilla Angitola (VV)

Vitigno: Zibibbo 100%

Annata: 2017

Tipologia: bianco

Biologico: sì

Passaggio in botte: no

Grado alcolico: 14 %

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi