Sunshine Gospel Choir la musica dell’anima senza frontiere

di Rossella Reggiani

Il gospel è un genere musicale di origine popolare afro-americana sviluppatosi in America nel XIX secolo ma che affonda le sue radici nei due secoli precedenti, nel canto che accompagnava il lavoro degli schiavi. Tra gli anni Venti e Quaranta del secolo scorso cominciò ad essere codificato in uno stile che fondeva blues e jazz, praticato nei grandi cori delle chiese e caratterizzato dall’accompagnamento di strumenti e da una forte intensità ritmica. Nel nostro Paese il Sunshine Gospel Choir è protagonista indiscusso della musica corale e religiosa afroamericana. Fondato a Torino nel 1998, sebbene già nel 1996 la stessa formazione avesse fatto le sue prime apparizioni, questo sodalizio si presenta con un impatto sonoro e scenico del tutto originale interpretando il suo genere artistico con dirompente musicalità. È da sempre diretto da Alex Negro, ancorché la paternità artistica appartenga al suo mentore ed amico reverendo Lee Brown, originario del Kansas.

Il gruppo ha all’attivo dieci album, due DVD e oltre seicento concerti in Italia e all’estero, ciò rappresentando la cifra di un’attività intensa ed entusiasmante. Chiese e teatri, ma anche piazze e palasport, sono stati il palcoscenico di esibizioni sempre foriere di un buon successo tanto da parte del pubblico quanto da parte della critica. Non è un caso che importanti leader del mondo gospel internazionale – Anthony Morgan, Bazil Meade, Rodney Bradley, su tutti – abbiano accreditato questo coro con attestati di stima, parole di elogio e, in alcune occasioni, anche con l’opportunità di lavorare e registrare insieme. Nel settembre 2017 Alex Negro è stato insignito del titolo di Minister dal reverendo americano William J. Scott III della Harold O. Davis Baptist Church di Philadelphia, per meriti nella diffusione e cultura Gospel e nella direzione corale: un fatto assolutamente prestigioso che restituisce un supplemento di valore e merito.

Il Sunshine Gospel Choir si esibisce in diverse formazioni, partendo da dodici fino a settanta elementi, unendo cantanti e musicisti professionisti ad amatori di talento. Tutto sapientemente guidato da Negro, cantante ma anche vero ed eccellente showman, oltre che ispirato dalla voce del tenore Joe Nicolosi e da quella del soprano Rosanna Russo. La band è composta da alcuni elementi stabili, come Paolo Gambino al pianoforte, Michele Bornengo al basso, Federico Memme alla chitarra e Mario Bracco alla batteria; a cui si aggiungono, in occasioni di particolare rilievo, Silvano Borgatta alle tastiere e direzione musicale, Rodney Bradley e Alberto Marsico all’organo Hammond, Carlo Bellotti alle percussioni, nonché ospiti speciali provenienti da Londra e dagli Stati Uniti.

I concerti fin qui tenuti sono sempre stati momenti di intensa partecipazione. Particolarmente coinvolgenti quelli organizzati in location prestigiose quali la Sinopoli Concert Hall del Parco della Musica e il Teatro delle Vittorie a Roma, lo Sporting club di Montecarlo, l’Arena di Taormina, il Teatro Filarmonico di Verona, il Duse e l’auditorium Manzoni di Bologna, il Teatro Regio e l’auditorium G. Agnelli Lingotto a Torino; ma anche i palasport come il Forum di Assago, il Palavela, il Palabrescia, nonché palcoscenici atipici ma altrettanto suggestivi quali il Cottolengo e il Carcere delle Vallette del capoluogo piemontese, o l’Ospedale Massaia di Asti.

Un sodalizio così strutturato ha pure potuto cimentarsi nella didattica universitaria, sicché ha partecipato al seminario  “In direzione ostinata e contraria: percorsi americani fra parole e note” presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Torino, approfondendo gli intrecci fra la letteratura e la musica nera nordamericana. A questo bouquet di attività non poteva mancare la partecipazione a trasmissioni televisive dei principali canali nazionali, ma anche passaggi radiofonici in Italia e negli Stati Uniti, assieme a presenze a vari festival e rassegne. Fra le collaborazioni discografiche segnaliamo quelle con Enrico Ruggeri e Andrea Mirò, con lo Spiritual Trio di Fabrizio Bosso, con Jeremy Monteiro; mentre l’8 settembre 2016 ha aperto la Celebrity Fight Night a Firenze nel chiostro di Santa Croce esibendosi con il celebre produttore statunitense David Foster e duettando con Andrea Bocelli.

Accanto all’attività concertistica il gruppo svolge pure un’intensa attività didattica finalizzata a divulgare la cultura gospel e la musica dell’anima: da oltre dieci anni l’Associazione Culturale Sunshine – che gestisce tutte le attività del Coro – effettua corsi serali per adulti, corsi nelle scuole primarie e secondarie e workshop di gospel e tecnica vocale per professionisti, amatori e cori, in Italia e nel resto d’Europa. Dal 2012, inoltre, propone l’iniziativa “Sunshine Gospel Mass Choir”, un progetto aperto a chiunque voglia cantare e provare il genere gospel.

Il Sunshine Gospel Choir, infine, è testimonial di importanti eventi nell’ambito della solidarietà, collaborando con molte fondazioni e associazioni umanitarie e di volontariato.

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi