Il miele di Calabria dei fratelli Ursino

di Emanuele Dardano

“Ogni ape porta in sé il meccanismo dell’universo: ognuna riassume il segreto del mondo” (Michel Onfray). Alcuni considerano il miele l’antico segreto della longevità: lo credevano i filosofi greci Democrito e Pitagora, ma anche l’imperatore Ottaviano Augusto. È certo che questo alimento fosse riconosciuto per il suo valore nutrizionale e terapeutico già in epoche preistoriche, e Virgilio nelle Georgiche lo definisce un dono celestiale, usato come farmaco nonché come conservante per altri alimenti. Il “cibo degli dei” è prodotto dalle api prevalentemente dal nettare, che queste raccolgono dai fiori e dalla melata. La trasformazione del nettare dei fiori in miele avviene attraverso due fasi del lavoro dell’ape operaia: la raccolta del nettare, dalla quale dipende il tipo di miele, e  quella di elaborazione, che comincia non appena il nettare viene a contatto con i succhi ghiandolari dell’ape. Le caratteristiche organolettiche e le relative differenze terapeutiche delle numerose varietà di miele, dipendono dai fiori che sono stati bottinati dalle api. La natura e il lavoro meticoloso delle api regalano tipi di mieli completamente differenti per colori, aromi e sapori, passando da mieli dai colori scuri a mieli chiarissimi, ed addirittura a mieli dal sapore amaro.

A differenza dello zucchero che è un dolcificante puro (essendo composto solamente dal saccarosio), il miele è un alimento completo e contiene una miriade di elementi: glucosio, fruttosio, polisaccaridi, acidi organici, ormoni, vitamine, sali minerali, oligoelementi, enzimi, sostanze ad azione antibiotiche. Inoltre è dotato di un alto potere energizzante, migliora la capacità del lavoro cerebrale, ha un potere disinfettante, azione tonico-digestiva ed antiacida per lo stomaco, è un antibiotico naturale, rilassa e distende migliorando il tono psichico e regolarizzando il sonno in quanto fa aumentare i livelli di serotonina nel cervello. Di fatto è un ottimo ricostituente. Per tali motivi si consiglia l’uso quotidiano del miele e di variare tra i vari tipi di miele per scoprire odori, sapori e aromi nuovi. Vi sorprenderete per le differenze tra un miele e l’altro fino ad innamorarvene. Le api, purtroppo oggi in via d’estinzione, oltre a produrre questo capolavoro, svolgono un ruolo di primo piano anche in agricoltura per via dell’attività d’impollinazione.

Nel contesto territoriale del Mediterraneo, un ruolo di tutela delle api è svolto dall’azienda Ursino, una storica e tradizionale azienda agroalimentare rinomata per la produzione del “Miele di Calabria Ursino”. Sin dai primi anni ‘90 tre giovani ragazzi Patrizio, Alessandro e Valerio a cui si aggiunse, la sorella Fabiola, con l’aiuto del padre Luigi, affiancarono ai propri studi questa attività, iniziata come hobby, tra i banchi di scuola. Scenario della loro passione è la splendida costa ionica catanzarese, dove a Montauro, in località Costa degli Aranci, iniziarono con due soli alveari e nei weekend di primavera a dedicarsi all’apicoltura; nel giro di pochi anni aumentarono il numero delle famiglie di api, producendo differenti tipi di miele uniflorali ed adottando la pratica del nomadismo. Nel corso del tempo, la bontà del prodotto e la serietà dimostrata, arricchiti da studi, ricerche e corsi, hanno garantito l’alta qualità e la riconosciuta genuinità dei loro prodotti. Oggi l’azienda produce pregiatissime qualità di miele. Tra queste il Miele di Nettare d’Eucaliptus, Castagno, Sulla, Millefiori, Acacia, e infine il Miele di Agrumi tipico dell’areale di riferimento. I fiori di agrumi sono profumatissimi, in particolare quelli d’arancio e limone. Il miele che se ne ricava è di colore chiaro, aroma e profumo di zagara, dal sapore gradevole e delicato e con una cristallizzazione (indice di qualità del miele) di solito fine ma compatta. Attualmente l’azienda, nel rispetto della natura, si è dotata di un laboratorio costruito in base ai dettami della  bioedilizia ed oltre alla produzione di miele e prodotti dell’alveare, permette ad appassionati e turisti di partecipare a visite guidate nel magnifico mondo delle api.

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi