Le voci mediterranee dell’Incanto Quartet

di Emilio Tripodi – Gepit.it

Rossella Ruini, Laura Celletti, Francesca Romana Tiddi e Claudia Coticelli: quattro amiche, quattro voci e bellezze mediterranee, quattro “soprani-che-non-ti-aspetti” di formazione classica ed evoluzione pop-crossover, dedite alla bella musica a trecentosessanta gradi, che amano viaggiare insieme e conquistare il mondo ogni giorno. In una parola (anzi due) Incanto Quartet: un giusto mix di talento, studio, eleganza italiana e…tacco 12!

Nelle loro performances, classici d’Opera e della canzone italiana e internazionale, accuratamente selezionati e rielaborati, s’incontrano con suggestive sonorità pop: quattro voci e donne che ricordano, nella loro variopinta armonia d’insieme ed eterogeneità, la superba varietà dei colori, dei suoni e dei sapori per cui l’Italia è conosciuta in tutto il mondo.

Le quattro artiste si sono incontrate alla fine del 2010, selezionate per il progetto DIV4S, nato con l’ambizione di creare un inedito quartetto vocale dal sapore lirico operistico; non è stato semplice, all’inizio. Riuscire a creare un repertorio, scegliere con equilibrio di suoni e arrangiamenti, diventare impeccabili singolarmente ed affiatate nelle parti d’insieme, risultare credibili ed efficaci in un genere “nuovo” come il pop-opera, ha significato mesi e mesi di preparazione, disciplina, fatica. Debuttare sulla scena con Andrea Bocelli, il più famoso tenore pop del mondo, le ha subito proiettate in una dimensione internazionale di altissimo livello. Quattro soprani italiani (perché “Opera”, all’estero, è ancora sinonimo di Italia), che cantano insieme, in suggestive arie classiche, classici napoletani e temi di grandi compositori come Nino Rota e Ennio Morricone; quattro belle donne, elegantissime nei loro abiti d’alta sartoria italiana. Il mix affascina da subito il pubblico internazionale, tanto che già nei primi anni, Rossella, Claudia, Laura e Francesca Romana si esibiscono molto più frequentemente all’estero che entro i confini nazionali. Grecia, Repubblica Ceca, ex Jugoslavia, Germania, Danimarca, Belgio, Russia, Regno Unito, Brasile… da protagoniste o in supporto a grandissimi artisti (Andrea Bocelli, Michael Bolton, Seal, James Blunt, Mick Hucknall, Chic, M° Josè Carreras, M° Marcello Rota).

Ma nel 2013, sotto la spinta di un forte desiderio di crescita artistica e personale, armandosi di coraggio e di un pizzico d’incoscienza, decidono di abbandonare la precedente produzione e di dar vita ad un nuovo progetto: Incanto Quartet. Da sempre innamorate della musica pop e ispirate dalla possibilità di contaminare, in un genere nuovo, i due mondi, classico e “leggero”, collaborano con il loro produttore artistico di sempre, Fabrizio Palma, e ampliano in modo rivoluzionario il loro repertorio. Le sfide non mancano e ricominciano i viaggi intorno al mondo: Russia, Emirati Arabi, Stati Uniti, Europa dell’Est. Partecipano a grandi eventi internazionali (Bridgestone, Istanbul, Unicef, Roma, Columbus Day, New York, Festa della Marina Militare Italiana, Livorno) e si esibiscono in prestigiosi contesti nazionali (eventi privati di gran rilievo a Venezia, Roma, Siena, Firenze, Milano, Livorno, Taormina 2013-2017), e contemporaneamente tornano in teatro con vari spettacoli (Città della Pieve, regia di Vittorio Biagi; Gala Gershwin e Gala “A night in Rio”, Mosca). Appaiono su Rai 1, a “I fatti vostri”, “Affari tuoi”, “Uno mattina”, Rai International. Nel 2016, a seguito di un bellissimo tour in Bulgaria, realizzano il cd “In natura”, specchio fedele dei concerti con quartetto d’archi e pianoforte rappresentati nei più prestigiosi auditorium e teatri bulgari.

E finalmente cominciano a lavorare su un loro primo cd: nel maggio del 2017 esce il loro primo singolo “Careless Whisper”, un omaggio all’amato George Michael a pochi mesi dalla sua morte.

“Sentiamo la sua sensibilità musicale molto vicina alla nostra – dichiarano le ragazze in un’intervista durante la promozione del singolo – e da sue grandi fan speriamo che questo omaggio a quattro voci sia gradito a chi dagli anni ’80 in poi l’ha amato quanto noi!”. Nell’estate 2017, con l’avvento del nuovo socio Lorenzo Zitelli, la produzione di Papik e il costante aiuto nella comunicazione di Amelia Milardi, nella splendida cornice dell’anfiteatro di Ostia Antica a Roma, Incanto Quartet presenta un nuovo spettacolo accompagnato da Venere Ensemble, un quartetto d’archi d’eccezione che segue il gesto del Maestro Claudia Agostini al pianoforte. Si inseriscono perfettamente nella seconda parte dello spettacolo le sonorità elettroniche ideate e concertate da Fabrizio Palma e Valerio Calisse, a suggello del perfetto simposio tra classicità e futurismo, iconico e musicale.

Questo nuovo concetto live costituisce una delle possibili declinazioni del quartetto, che parallelamente alla promozione del primo singolo ed alla partecipazione ad una serie di eventi e performances in Italia e all’estero (Firenze, Genova, Taormina, Atene, Mosca), continua la sua ricerca ed evoluzione: a Dicembre 2017 nasce “Incanto, l’Opera incontra il pop”, per la regia di Guido Tognetti, che allestisce lo spettacolo con le ragazze subito prima del successo sanremese a fianco di Claudio Baglioni.

“Incanto, l’Opera incontra il pop” debutta all’Ambra Jovinelli, in una vivace soirée capitolina pre-natalizia. Roma accoglie con grandi applausi il nuovo show, un viaggio musicale ed emozionale che dal madrigale arriva ai giorni nostri presentando un variegato repertorio che abbraccia cinque generazioni. Sullo sfondo immagini e suggestioni visive commentano i brani accuratamente scelti di questo percorso crossover trasversale godibilissimo per un pubblico eterogeneo.

Lo spettacolo approderà in seguito in altre città italiane (Terni, Fiuggi, Roma) in teatri, ville d’epoca e location di prestigio.

Nel frattempo decolla anche l’attività discografica; dopo Careless Whisper, altri due singoli acclamati annunciano l’uscita di un imminente disco: si tratta della cover “The Sound of Silence”, brano concettualmente molto intenso di Simon&Garfunkel presentato in un’insolita veste rock, in cui le quattro voci sopranili possono spiegare tutta la loro potenza espressiva e rivoluzionaria, e “Tornerò da te”, il primo vero inedito di Incanto Quartet, firmato da Enrico Andreini e Sandra Von Borries.

“Tornerò da te ci ha conquistate immediatamente – raccontano le Incanto – perché ci rispecchia moltissimo. Parla d’amore, ma anche di speranza ed appartenenza, del legame con la propria terra, femmina e madre, in grado di accogliere e ri-accogliere nel suo abbraccio incontaminato”.

Entrambi i singoli, accompagnati da videoclip già molto cliccati, sono stati presentati in esclusiva su Askanews e poi diffusi e trasmessi in gran parte delle radio nazionali e su web, tra cui RDS, Radio Radio, Radio Crossover, Il Corriere della Sera, Il Messaggero, Il Tempo.it.

Tutto questo ha preparato l’uscita ormai prossima del nuovo disco “Eclettica”: il lavoro discografico è realizzato dal produttore artistico Fabrizio Palma, che è a fianco alle cantanti da sempre ed ha firmato i loro principali cavalli di battaglia.

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi