Cosa mettere in valigia… a cura di Claudio Greco

 

In questa rubrica tratteremo di moda, ma non per seguirla o inseguirla a tutti i costi. Ci piacerebbe, piuttosto, parlare di ciò che la moda rappresenta, interpretarla, mostrare ciò che accade nel mondo dal più piccolo borgo mediterraneo fino alla patinata dimensione glamour delle metropoli americane. Una divagazione sull’estetica, sullo stile, sul desiderio di benessere. Insomma una rubrica che possa aiutare a scoprire un proprio stile, con una premessa: guardando il tutto con assoluta leggerezza e quindi senza gli affanni o il peso spropositato con cui, troppo spesso, si affrontano le tematiche della moda.

Ci accompagnerà in questo percorso un istrionico stilista cosentino, Claudio Greco, alla cui presentazione dedichiamo questo primo numero.

Le sue attitudini artistiche si manifestano sin da bambino, allorquando sviluppa un approccio personale alla danza, alla recitazione e all’arte in genere. Il suo talento lo porta presto a cavalcare i palcoscenici della provincia bruzia, dove esprime il suo carattere e l’ottima presenza scenica.

Nei primi anni ’80 inizia anche l’esperienza di coreografo, collaborando con la più prestigiosa scuola di danza calabrese fino al punto in cui aprirà scuole a propria conduzione.

Magneticamente attratto dagli ambienti romani, lascia Cosenza per valorizzare il suo talento, partecipare a musical e indirizzarsi verso una svolta importante: coinvolto nell’innovativo progetto di uno showroom d’abbigliamento con annessa accademia di danza, nasce in lui la passione per la moda e inizia a creare e firmare capi che guadagneranno la ribalta fiorentina di Pitti, nonché le prestigiose passerelle di Milano e di numerose piazze estere. Ma non dimentica la sua terra, tant’è che nel cuore di Cosenza avvia una propria boutique. Di più: la sua poliedricità lo porta a diventare il baricentro delle serate bruzie nelle quali organizza eventi che si distinguono per estro e originalità; senza tralasciare l’impegno civile attraverso manifestazioni di beneficenza.

Ma è col nuovo millennio che si avvera il suo grande sogno: raggiunge infatti importanti relazioni con la moda milanese e di New York, firmando una linea di abbigliamento da donna. Presenta le sue collezioni in Russia, Giappone, Emirati Arabi e nelle grandi metropoli americane. A Miami viene insignito del premio di Ambasciatore italiano per la Moda.

Da questo momento in poi giungono copiosi i riconoscimenti, a suggello di un talento che si esprime anche attraverso partecipazioni e collaborazioni in vari programmi televisivi locali. Attualmente conduce assieme alla baronessa Ginevra Vercillo un programma glamour, “L’imbucato”, su Teleuropa network.

È Presidente onorario per la moda nell’Associazione Napoliculturalclassic, nonché ambasciatore della moda per la Calabria, ambasciatore UNICEF, testimonial Unesco, testimonial Lilt.

Nel 2012 si cimenta nella scrittura, con la sua autobiografia dal titolo “Forse no, forse sì, schegge di vita”.

Recentemente ha partecipato alla Fashion Week Milano presentando la sua collezione autunno/inverno Donna 2018/2019, ottenendo un notevole riscontro anche a livello internazionale. Riscontro che si aggiunge ai già numerosi riconoscimenti fin qui guadagnati.

 

a cura di Claudio Greco

 

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi

admin

[do_widget id=newsletterwidget-3]