Cirò ed il Gaglioppo, il vino olimpionico.

Il “Barolo del Sud”, cosi viene anche definito il vino prodotto dal Gaglioppo, principe dei vitigni calabresi, che da sempre è legato al territorio di Cirò e dintorni. Prodotto nelle tipologie Rosso e Rosato si distingue per il suo colore rosso-rubino più o meno intenso, per il suo profumo fruttato ed avvolgente e per il sapore intenso ed equilibrato.

Le origini di questo antichissimo vitigno sono da ricercare nella Grecia antica. Difatti la storia vuole che gli antichi coloni Greci, sbarcati sulle nostre coste ed impressionati dalla vastità delle terre dedicate alla cultura della vite, decisero di importare dalla loro terra natia alcuni vitigni, e fra questi, proprio nella zona di Cirò, fu introdotto il Gaglioppo.

Pare che all’epoca il fosse così apprezzato da essere considerato il “vino ufficiale delle Olimpiadi”, tanto da essere offerto in dono ai vincitori di tale competizione. Infatti nel 1968, in occasione dei Giochi Olimpici tenutisi a Città del Messico,  il Cirò venne offerto a tutti gli atleti impegnati nelle competizioni come gesto evocativo del passato.

 

Cirò Rosso Classico Superiore Riserva Cataldo Calabretta 2013

                                    

 

  Denominazione: Ciro DOC

 Vitigno: Gaglioppo 100%

 Gradazione: 14.5%

 Vigneti: Siti su terreni calcareo-argillosi allevati ad alberello. Coltivati in biologico

  Vinificazione: Fermentazione spontanea in vasche di cemento, con macerazione di tre settimane

  Affinamento: Almeno 24 mesi in vasche di cemento

 

Il Cirò Superiore Riserva di Cataldo Calabretta è un vino fine e autentico che conquista con il suo carattere deciso. Cataldo Calabretta è insieme a Francesco De Franco e Sergio Arcuri uno dei volti della rinascita del Cirò. Ad unire questi produttori è il comune intento di valorizzare la viticoltura calabrese e, come detto precedentemente, il suo vitigno principe, cioè il Gaglioppo.  La scelta di non utilizzare sostanze chimiche diventa quindi  punto di forza di un pensiero più radicato, che viene confermato dalla fermentazione spontanea e da un utilizzo molto contenuto di solforosa.

Il vino Cirò Superiore Riserva è ottenuto da uve di Gaglioppo in purezza, provenienti da viti coltivate in zone collinari su suoli argilloso-calcarei. La vendemmia avviene rigorosamente a mano, con accurata scelta dei grappoli migliori. Le uve vengono successivamente trasportate in cantina, dove dopo la diraspatura e la pigiatura avverrà la fermentazione spontanea in vasche di cemento, con macerazione sulle bucce di circa tre settimane.

Successivamente un affinamento in cemento prima della messa in bottiglia.

Il Cirò Rosso Classico Superiore Riserva si presenta di un colore rubino intenso tendente al granato. Al naso risulta decisamente variegato, dettagliato e complesso, anche se le sfumature ed i sentori di frutta rossa matura, cuoio, liquirizia e cacao emergono in modo graduale dal calice. In bocca è avvolgente, caldo, intenso, persistente e dal tannino più che vellutato, decisamente setoso.

Si consiglia di abbinarlo a carni rosse alla brace, carni in umido, selvaggina, formaggi stagionati ed erborinati.

Https://www.facebook.com/mediterraneodintorni/
Condividi

admin

[do_widget id=newsletterwidget-3]